NEWS
CIR / 3 ottobre
Due Valli: Luca Rossetti e Marco Pollara al via nella classe R5
Testo: Luca Piana

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
Actualfoto
 
Si scrive Perico, si legge Rossetti. Il bergamasco, vincitore del Trofeo Rallies Asfalto nella passata stagione, non sarà presente al Due Valli di Verona, atto finale della serie tricolore, a causa di "sopraggiunti impegni improrogabili", come si legge nella nota diffusa dal team PA Racing. L'annata del pilota lombardo, atteso protagonista sugli asfalti veronesi - non a caso compare nell'elenco iscritti -, termina quindi con il podio conquistato al Ciocco e il quarto posto del Sanremo, a cui hanno fatto seguito appuntamenti sporadici nel Campionato Italiano WRC e in altre gare di un giorno. Perico sarà sostituito da Luca Rossetti, autentico dominatore dell'International Rally Cup (in coppia con Eleonora Mori e, nell'ultimo appuntamento, da Mirko Franzi) al volante della Skoda Fabia R5 del team DP Autosport. Per il ritorno - momentaneo - nel CIR, il friulano potrà contare su una vettura gemella, gommata Pirelli, messa a disposizione dalla factory lombarda. Rossetti manca dal Campionato Italiano da due anni esatti, visto che l'ultima apparizione risale al Rally Due Valli 2015, quando prese parte alla kermesse nell'ambito del trofeo monomarca Renault (con la Clio R3T, ndr).
 
Peugeot Italia
 
Oltre al vincitore della serie tricolore nel 2008 - oltre al triplice alloro nella serie europea -, alla gara veronese sarà presente anche Marco Pollara, fresco vincitore - insieme a Giuseppe Princiotto - del Campionato Italiano Junior. Il giovane siciliano proseguirà l'apprendistato sulla Peugeot 208 T16 R5, già utilizzata al Monza Rally Show dello scorso anno, lungo le prove speciali della gara veneta. "Voglio ringraziare chi ha creduto in noi e lo sta facendo anche in questa occasione, un grosso grazie a Peugeot Sport Italia quindi - dice euforico il vincitore dello scudetto assegnato ai giovani iscritti al tricolore, che prenderà il posto di Kalle Rovanpera -. Siamo ormai abituati a correre con la 208 R2 che è una trazione anteriore e aspirata e passare ad una quattro ruote motrici ed anche turbo non sarà facile, ma ce la metterò tutta per dare il massimo. Non voglio però esagerare e prendere rischi, perché voglio portare a casa punti preziosi per il campionato costruttori. Ci sarà da divertirsi. Il rally è molto difficile ma anche molto bello. La pressione su Peugeot sarà forte, ma faremo la nostra parte, con grande convinzione. Sarà un ottimo modo per festeggiare il nostro doppio titolo junior e 2 ruote motrici conquistato a Roma".
PROMOTION