NEWS
4 marzo
Rally Valtiberina, Nicolò Marchioro comanda una gara d'altri tempi
Testo: Lorenzo Vannoni

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
© RaceEmotion
 
Non fosse che per il fondo stradale sterrato, si potrebbe dire che abbiamo assistito - almeno nella prima giornata di gara - ad un Montecarlo. E invece no, erano i monti intorno ad Arezzo a fare da cornice ad uno spettacolare Rally Valtiberina, conclusosi oggi.

Un evento che è stato messo in difficoltà non poco dalle condizioni meteo inclementi, con fitte nevicate e gelate a ridosso della data di partenza, che hanno comportato uno sforzo sovrumano agli organizzatori per rendere le prove percorribili e consentire agli equipaggi lo svolgimento delle ricognizioni e della gara. Tuttavia, una ventina di iscritti nella categoria R2, ha dato comunque forfait prima delle verifiche.

Invece la dodicesima edizione ha regalato non poche emozioni agli appassionati, ma anche ai piloti che hanno raccolto la sfida: neve, pioggia e fango hanno fatto da padroni nella prima prova in programma, rendendo superselettivi i due passaggi sulla speciale "Cerbaiolo", a cui si è aggiunta sul finale anche la nebbia, regalandoci così una gara d'altri tempi. A segnare il primo scratch è stato Luciano Cobbe (Ford Focus WRC), ma già dal secondo passaggio il testimone è passato a Nicolò Marchioro (Skoda Fabia R5), che ha mantenuto la testa della classifica assoluta fino alla fine del rally. Nella giornata di domenica, caratterizzata da un fondo stradale degno di un Rally del Galles, solo il francese Thibault Durbec (Citroën DS3 WRC) e Francesco Fanari (Ford Fiesta WRC) hanno tentato di insediare la leadership di Marchioro in tre occasioni: il primo mettendo a segno uno scratch nella PS "La Battaglia di Anghiari", il secondo vincendo i due passaggi successivi sulla stessa speciale. Fanari conclude comunque 2° assoluto, davanti ad un sempre tenace Cobbe (3°).
 
© RaceEmotion
 
Da menzionare l'ottimo risultato di Tommaso Ciuffi, portacolori di Aci Team Italia, al volante della Peugeot R2B. Il pilota fiorentino, vincitore della categoria Due Ruote Motrici e della classe R2B, è giunto 13° assoluto. Una prestazione davvero notevole, se consideriamo che Ciuffi si è tenuto alle spalle vetture di ben altra classe e potenza.


La gara includeva anche il 1° Rally Storico Città di Arezzo Valtiberina, che ha visto il successo dei sammarinesi Pelliccioni-Moroni su Ford Escort MKII.


Una nota di colore, che ha aggiunto un tocco vintage a questa competizione nel senso pieno del termine, è stato veder arrivare sul palco della premiazione le vetture ancora sporche di terra e fango delle prove speciali. Un sapore antico della durezza della gara che ormai, al tempo dell'affannosa rincorsa alla visibilità degli sponsor, avevamo quasi dimenticato.
CALENDARI E CLASSIFICHE GARE
 
24 maggio
26 maggio
Rally Liepaja 2019
ERC
CALENDARIO COMPLETO
PROMOTION