NEWS
CIR / 18 marzo
Rudy Michelini presenta la Skoda Fabia R5 per l'attacco al CIR
Testo: Lorenzo Vannoni

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
.
 
Si è svolta ieri sera a Lucca la presentazione della nuova vettura con cui Rudy Michelini sarà al via del Cir 2018, che andrà in scena a partire dal Rally del Ciocco, nel weekend 23-24 Marzo.

Sarà la Skoda Fabia R5 della scuderia Movisport (ma curata dalla PA Racing di Alessandro Perico) il cavallo di battaglia con cui il pilota lucchese scenderà in campo, affiancato alle note, per le prime gare, da Michele Perna, che cederà successivamente il sedile a David Castiglioni.

Sotto la livrea fiammante della vettura della freccia alata, si cela tutta la voglia di fare bene e nelle intenzioni dell'equipaggio c'è la volontà di disputare tutte le 8 tappe del Cir.

I presupposti sembrano esserci tutti: a detta di Michelini, "la Fabia è la vettura più performante per il campionato italiano. La scelta di PA Racing è stata semplice: sono ben organizzati ed il principale, Alessandro Perico, è sempre alla ricerca del minimo dettaglio. Altro punto di forza, che sarà determinante per questa stagione, sono le gomme Pirelli". La casa milanese, presente con l'activity manager Terenzio Testoni, promette pieno appoggio, ma "per correre con Pirelli, Rudy dovrà stare sempre tra i primi tre", avverte scherzando Testoni.
 
.
 
All'evento è intervenuto anche Luca Bartolini, direttore comunicazione di Aci Sport Italia, che ha commentato le novità introdotte quest'anno nel Cir: "Direi che il nuovo format ha due aspetti: uno positivo ed uno negativo. Per quanto riguarda il primo, piloti e team dovranno sostenere spese minori. Questo dal punto di vista economico. Per il pubblico, sarà più agevole seguire l'evento, perché da quest'anno avremo una grande visibilità sui media, in primis la diretta streaming e la differita RAI di trenta minuti. Con la comunicazione invece avremo delle problematiche: con la "tappona" andiamo incontro ai concorrenti, ma arriviamo tardi con i servizi, perché le gare finiscono più tardi, e (i media) non stanno ad aspettare noi per chiudere i giornali".
 
Rally Emotion
 
Rally Emotion ha rivolto infine alcune domande a Rudy Michelini, che ha risposto così al nostro microfono:

Rally Emotion: Se potessi decidere tu il meteo del Ciocco, cosa vorresti?

Rudy Michelini: "Beh, allora… Per una questione di pubblico e di spettatori sicuramente l'asciutto. Però non nascondo che a livello di prestazioni, avere non dico tanta pioggia - che non è ottimale per nessuno - ma un "bagnato ma non troppo" a me non guasterebbe, primo perché le Pirelli sul bagnato vanno veramente bene, e poi perché la mia guida sul bagnato è abbastanza redditizia".

RE: Sei contento che la gara sia un "tappone" unico o preferivi due tappe?

RM: "Io sono sempre stato contrario alle due tappe, per una serie di ragioni: perché non potevo partecipare io, per via dei costi più alti e per la necessità di prendere un giorno di ferie in più, specialmente per chi come me lavora e non fa rally per professione. Il nuovo format è stato determinante per essere presente quest'anno nel campionato italiano, ma devo dire grazie anche agli sponsor che mi permetteranno di prendere parte alla stagione 2018. Voglio aggiungere inoltre che in una gara di 150 km non c'è più solo il fattore "prestazione", ma implica anche concentrazione e fisico, perché fare 150 km in un giorno non è come farli in due giorni. Tutto ciò mi è piaciuto subito e ho appoggiato il nuovo progetto sin dall'inizio".

RE: Chi temi di più quest'anno fra i protagonisti iscritti al Cir?

RM: "Innanzitutto sono contento di essere tra i ventuno equipaggi al via con una R5. Ci sono tutti, o almeno gran parte (manca Basso e altri equipaggi che sono sempre andati forti in campionato) dei pretendenti alla vittoria. Forse sono qui anche per battere Andreucci, visto che ha già vinto dieci volte il Cir… Quindi sicuramente l'uomo da battere in primis è lui, però sicuramente ci sono altri equipaggi, anche ufficiali, che possono contendere il titolo. Spero di esserci anch'io in questo pacchetto!"

RE: Approfondiamo di più la scelta della vettura. Cosa ti ha spinto a scegliere la Skoda Fabia R5 al posto della Ford Fiesta, macchina con cui hai già avuto spesso a che fare?

RM: "Penso di essere uno dei pochi piloti che ha provato tutte le R5 tranne una, che è la Hyundai, quindi questo sicuramente mi ha aiutato nella scelta. Ritengo che Skoda abbia la macchina più performante, anche se tutte le altre vetture sono molto simili come prestazioni. Ciò che fa la differenza però è il feeling che riesci ad avere con la macchina e questo l'ho avvertito già dalla prima gara che ho fatto l'anno scorso con la Skoda in Friuli, piazzando un primo tempo di classe sulla prima speciale. Questo posso dire che sia stato l'elemento determinante che mi ha fatto decidere per la Skoda per quest'anno".
PROMOTION