NEWS
CIR / 17 luglio
Paolo Andreucci al via del Rally di Roma Capitale
Testo: Redazione

ę Rally Emotion ľ E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
Peugeot Italia
 
Che Ŕ un osso duro si sapeva, e non certo da oggi. Ma ancora una volta Paolo Andreucci lascia tutti senza parole.


A pochi giorni da un incidente che da molti canali approssimativi era stato incautamente definito gravissimo, ma comunque serio, il pluridecorato Campionato Italiano conferma la sua partecipazione al Rally di Roma Capitale, prossimo appuntamento tricolore in programma questo fine settimana.


Al suo fianco siederÓ David Castiglioni, navigatore lucchese chiamato a sostituire la convalescente Anna Andreussi. Il copilota 45enne ha condiviso l'abitacolo della Skoda Fabia del team PA Racing con Rudy Michelini in due appuntamenti del Campionato Italiano Rally (Sanremo e Targa Florio). Bisogna risalire fino al 1994, invece, per trovare l'equipaggio Andreucci-Castiglioni, che ha disputato solo poche gare con la Renault Clio Williams e (guarda caso!) con la Peugeot 309 GTi, un'antenata dell'attuale 208 T16 R5. Al di lÓ del brutto "crash" di qualche giorno fa, il garfagnino punta a fare bene nella Capitale, dove si presenta da leader della classifica generale.


"L'incidente di venerdý scorso ci ha fatto prendere un bello spavento, lo devo ammettere - dice l'alfiere di Peugeot Italia -. In realtÓ, la situazione Ŕ sempre stata molto migliore rispetto a quanto riportato da alcuni organi d'informazione. Ringrazio tutti i medici per la cura con cui mi hanno assistito fin dall'inizio. Mi spiace per Anna che, purtroppo, dovrÓ avere un decorso pi¨ lungo del mio e che non sarÓ al mio fianco il prossimo week end. Deve ancora recuperare pienamente".


Prima di lasciarsi alle spalle questo brutto episodio per infilare nuovamente tutta e casco, Andreucci rivolge un pensiero anche a chi ha seguito la vicenda da lontano. "Voglio ringraziare anche la macchina dei soccorsi sul luogo dell'incidente, davvero celere ed efficace. Un grosso grazie va anche a tutti i tifosi che ci hanno dimostrato un affetto davvero incredibile. Dai social ai media, sono state tantissime le dimostrazioni di calore e vicinanze. Questo affetto ci ha aiutato e ci fa ha fatto capire quanto il rally sia amato dal pubblico".
PROMOTION