NEWS
IRCup / 9 settembre
Luca Rossetti ed Eleonora Mori si confermano: con il successo al ''Valtellina'' arriva il bis nell'IRCup
Testo: Luca Piana

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
.
 
"Squadra che vince non si cambia", recita un noto proverbio. Ed infatti, come da previsioni, si è chiuso nel segno dei campioni in carica - Luca Rossetti ed Eleonora Mori - il campionato IRCup, terminato questo fine settimana con il Rally Coppa Valtellina, ultimo appuntamento della serie nazionale su asfalto promossa da Pirelli. Un confronto lungo quattro gare che ha premiato l'ex portacolori di Peugeot Racing Lions e Abarth, al via con la Skoda Fabia R5 del team PA Racing, protagonista di un testa a testa con Alessandro Re e Fulvio Florean, secondi classificati nonostante lo "zero" incassato nel weekend. Il driver comasco, coadiuvato dall'esperto navigatore ligure - al passo d'addio - ha consegnato la tabella nel corso del trasferimento finale, a causa di un problema meccanico. Spazio dunque a Rossetti e ad altre due vetture della Casa ceca, affidate rispettivamente a Guerra-Salinetti e ai corsi Campana-Savignoni. Sul palco d'arrivo Rossetti e Mori hanno potuto festeggiare il bis. "Alessandro Re è andato molto forte e mi ha dato filo da torcere fino alla fine. Volevo vincere questo rally e il campionato ma per poter trionfare bisogna prima arrivare al traguardo e non è sempre facile - ha dichiarato il pordenonese, chiamato ora a rappresentare la serie in una prova del Mondiale Rally -. Il premio IRC? Non so se gareggerò con la nuova Ford di M-Sport: sono vecchio, devo preoccuparmi del mio fondo pensione".


In attesa di vedere Rossetti e Mori al via del prossimo Rally Tour de Corse al volante della Fiesta R5, ricordiamo la piazza d'onore conquistata dai locali Fabrizio Guerra e Ruggero Salinetti (Skoda Fabia), mentre Pierre Campana - new entry del campionato - ha saputo rimontare, insieme a Dominique Savignoni, dopo un errore che lo ha allontanato dalle posizioni nobili della classifica. E' terminata ai piedi del podio, invece, la rincorsa di Marco Gianesini che con Sabrina Fay ha affinato il feeling sulla Ford Fiesta dell'HK Racing. I 2.4 secondi che dividono il corso con il gentleman driver valtellinese rappresentano il margine decisivo tra la terza e la quarta piazza. Buon quinto Varisto con Baruffi, al debutto su Skoda R5, che è riuscito a precedere i quotati Gentilini (Fiesta RS WRC) e la vettura gemella del lariano Roncoroni. Noni, alle spalle della Fiesta RS WRC di Cresci, i toscani Michele Rovatti e Valentina Catone che, mattatori del 2Ruote Motrici sia di gara che di campionato, su Renault Clio S1600 Power Car, hanno di che festeggiare visto che potranno tornare in Valtellina in occasione della "Mello in cantina": è loro infatti il Trofeo Costiera dei Cech grazie alla doppia affermazione tra le "tuttoavanti" nelle due prove di Mello. Decimo assoluto il locale Edoardo Spagnolatti che, primattore di R4 con la Mitsubishi Lancer Evo X, insieme alla camuna Erika Zoanni contribuisce a regalare alla Promo Sport Racing la coppa delle scuderie.
 
Anche quest'anno l'IRCup si è confermato ai vertici del rallismo nazionale, con quel tocco di internazionalità portato - tra gli altri - dal corso Pierre Campana, noto per aver calcato i più prestigiosi palcoscenici internazionali. Bilancio positivo, dunque, per gli organizzatori della serie che, nella prossima stagione, festeggerà i diciotto anni di attività, diventando maggiorenne. Un compleanno da festeggiare in primis tra le diecimila curve della Corsica, dove Rossetti e Mori potrebbero rappresentare il campionato con una vettura griffata M-Sport. Un premio ambito che fa gola a molti, anche se l'alternativa del montepremi non è da meno, ed è per questo che lo staff diretto da Loriano Norcini ha voluto precisare quanto accaduto nell'ultima prova speciale del Rally Coppa Valtellina, annullata dalla direzione gara.


"Il Rally attendeva solo l'ultima e lunga speciale prima della conclusione ma la "Strada del Vin"2 è stata annullata - si legge nella nota ufficiale -. La direzione gara ha infatti interrotto la prova per consentire all'ambulanza di soccorrere una signora in una vigna infortunatasi in circostanze non legate alla corsa. Le tempistiche per l'intervento hanno suggerito di annullare lo stage congelando così le classifiche alla situazione Dopo la Ps10. Il rally, ancora una volta, mostra di essere a totale servizio della popolazione".
CALENDARI E CLASSIFICHE GARE
 
15 novembre
18 novembre
Rally Australia 2018
WRC
WRC-2
CALENDARIO COMPLETO
PROMOTION