NEWS
CIRT / 27 febbraio
CIRT 2019: calendario rinnovato e un trofeo per le Gruppo N
Testo: Lorenzo Vannoni

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
© RaceEmotion
 
Il CIRT 2019 si presenta con una veste parecchio rinnovata: il campionato italiano di rally dedicato alle gare su terra infatti si è fatto il "lifting" con una bella rivoluzione siaa in termini di calendario che di novità regolamentari. Il calendario prevede complessivamente cinque gare: si comincia con il Rally Adriatico anticipato a maggio, per finire a novembre con il Tuscan Rewind, passando per l'appuntamento Mondiale del Rally d'Italia-Sardegna, il Rally San Marino e il Nido dell'Aquila. La gara sarda del campionato si svolgerà in concomitanza con l'appuntamento valido per il WRC, ma ai piloti concorrenti del Terra verrà assegnato un punteggio, con coefficiente 1.5, al termine della prima tappa (a cui si limita l'intera gara degli iscritti al CIRT). Lo stesso coefficiente sarà applicato al Tuscan Rewind, per disputare in questo caso l'intera gara, valida anche per il CIR.

Le novità non finiscono qui, perchè l'edizione 2019 vede il debutto di un trofeo dedicato alle vetture di classe N4 Ruote Motrici. In prima battuta, la commissione rally di ACI Sport ha proposto questa soluzione volta a incentivare e premiare la partecipazione delle N4 nel CIRT. Quindi è stato conferito ad ACI Sport l'incarico di vagliare la possibilità di utilizzo del mono-gomma, per poter offrire un montepremi riservato e condizioni particolari volte a favorire la partecipazione al campionato delle vetture N4, come Mitsubishi e Subaru, pocom rappresentate nelle recenti stagioni.

Sul fronte piloti, il CIRT 2019 vede l'arrivo di un giovane promettente come Nicolas Ciamin. Il pilota d'oltralpe prenderà parte alla serie con la nuovissima Fiat 500X R4, nata dalla collaborazione tra Oreca e la francese Milano Racing, ormai pronta per fare il suo debutto sugli sterrati italiani.

Potrebbe prendere parte ad alcuni eventi del CIRT Piero Longhi, che sembra ben intenzionato a tornare sulle speciali di un campionato italiano al volante di una vettura R5 messa a disposizione dal team Twister Corse. Il pilota di Borgomanero dovrebbe partecipare al Rally Adriatico, al San Marino e al Tuscan Rewind. Sono insistenti le voci a proposito di un altro ritorno blasonato, quello di Renato Travaglia, al momento ancora da confermare, mentre pare certa la presenza del pluricampione italiano Paolo Andreucci. Decisamente un bel contributo allo spettacolo!
CALENDARI E CLASSIFICHE GARE
 
14 novembre
17 novembre
Kennards Hire Rally Australia 2019
WRC
WRC-2
WRC-2 Pro
CALENDARIO COMPLETO
PROMOTION