NEWS
WRC / 2 giugno
Rally del Portogallo, Day 3: tris stagionale per Tanak, sul podio Neuville e Ogier
Testo: Luca Piana

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
© RaceEmotion
 
Terzo successo stagionale per Ott Tänak che, con l'affermazione di questo fine settimana al Rally del Portogallo, torna a farsi sotto a Sébastien Ogier, leader della classifica generale. L'estone del team Toyota Gazoo Racing ha replicato la vittoria ottenuta in Cile e se non fosse stato per la clamorosa debacle dei compagni di squadra avrebbe anche incassato un bottino migliore. Le uscite di scena di Jari-Matti Latvala (problema meccanico) prima e di Kris Meeke poi hanno spianato la strada alle rimonte di Thierry Neuville (Hyundai i20 WRC) e Sébastien Ogier (Citroen C3 WRC) che, al di là delle prove non appariscenti, sono riusciti a conquistare dei piazzamenti importanti. "É stato un weekend davvero impegnativo - ha commentato Tanak a fine gara -. Voglio ringraziare il team che mi ha supportato al meglio". Solo una Yaris WRC ha concluso l'evento sul podio, visto che Meeke ha perso diversi secondi nel corso della penultima prova speciale - con relativo sorpasso di Neuville - per poi completare l'opera lungo la Power stage, dove è stato costretto al ritiro dopo aver impattato contro una pietra sistemata sulla parte destra della carreggiata. "Non era il finale che volevo. Sono inferocito" é la dichiarazione del britannico, che di fatto ha impedito a Toyota di marcare punti utili per la classifica costruttori, dove la Hyundai si mantiene in testa. Anche fra i piloti non è un portacolori dei giapponesi a primeggiare, perché Ogier mantiene un vantaggio in vista del Rally d'Italia Sardegna. Probabilmente, però, che in questo caso ci sia stata una strategia da parte di Tanak, che non ha nessuna intenzione di spazzare la strada sull'isola dei Quattro Morì e che nella Power Stage ha lasciato il bottino pieno al campione del mondo in carica, in uno scenario abbastanza inconsueto sulla Fafe, location impervia anche per Loeb (che ha pagato un minuto) e Greensmith (ritiro subito dopo il salto). Fra le vetture di categoria R5 merita una menzione particolare Kalle Rovanpera, sesto assoluto nonché primo classificato nel WRC-2 Pro davanti al compagno di squadra Jan Kopecky. WRC-2 al francese Loubet, mentre Tempestini é decimo di classe. Pedro (Ford Fiesta R5) ha chiuso al 27° posto, due posizioni avanti rispetto a Enrico Oldrati (Ford Fiesta R2). Il prossimo appuntamento della serie iridata é in programma a metà mese in Sardegna.
CALENDARI E CLASSIFICHE GARE
 
23 novembre
24 novembre
Rally Tuscan Rewind 2019
CIR
CALENDARIO COMPLETO
PROMOTION