NEWS
15 luglio
Rally di Estonia: Ott Tanak profeta in patria, Oliver Solberg sorprende
Testo: Luca Piana

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
Red Bull
 
Il cronometro, al termine delle quindici prove speciali spalmate su due giorni, ha premiato Ott Tanak. Ma forse, senza nulla togliere ai meriti del portacolori del team Toyota Gazoo Racing, la vera attrazione del fine settimana sono stati proprio i tratti cronometrati, il parco assistenza e la capacità degli organizzatori di trasformare la gara in uno dei principali appuntamenti a livello internazionale. Non è un caso se quest'anno il Rally di Estonia è stato insignito del titolo di "WRC Promotional Event" e in riva al Baltico non fanno mistero di puntare - in un futuro non troppo lontano - all'ingresso nel calendario iridato. Si vocifera di un piano triennale finalizzato proprio alla promozione nella massima serie della specialità. Staremo a vedere. Nel frattempo, per il secondo anno consecutivo, gli appassionati locali hanno potuto ammirare le WRC Plus di tutti i Costruttori presenti nel Mondiale ed applaudire l'idolo locale, quell'Ott Tanak che anche quest'anno ha messo la firma sulla nona edizione della kermesse. Dal 2010 ad oggi il pilota di Kärla si è imposto per ben tre volte, diventando ben presto il recordman di vittorie grazie ai successi ottenuti nel 2014, 2018 e 2019.


Quest'anno la Toyota Yaris numero uno ha chiuso la gara con oltre un minuto di vantaggio su Andreas Mikkelsen (Hyundai i20 WRC Plus) ed Esapekka Lappi (Citroen C3 WRC). "È stato un grande fine settimana, basta vedere la quantità di persone che hanno assistito alla gara - ha dichiarato l'idolo locale, primo classificato al traguardo di Tartu -. L'Estonia è sicuramente una nazione di rally e credo che sia fantastico avere questo evento qui con tutti i Costruttori". Quarta piazza per Elfyn Evans (Ford Fiesta RS WRC), quinto Craig Breen (Hyundai i20 WRC Plus) che ha preso le misure alla vettura con cui disputerà il prossimo Rally di Finlandia (1-4 agosto). In evidenza anche Markko Märtin, vincitore della prima edizione, che ha chiuso al sesto posto al debutto con la WRC Plus del team M-Sport. Particolarmente giovane il podio di classe R5, con Oliver Solberg (Volkswagen Polo R5) che ha preceduto le due Skoda Fabia di Rainer Aus ed Eerik Pietarinen. Un'altra bella conferma per il giovane figlio d'arte norvegese, impegnato quest'anno nel Campionato statunitense con il team Subaru Motorsport USA, che nello scorso mese di maggio si è aggiudicato il Rally di Lettonia.
CALENDARI E CLASSIFICHE GARE
 
23 novembre
24 novembre
Rally Tuscan Rewind 2019
CIR
CALENDARIO COMPLETO
PROMOTION