NEWS
IRCup / 2 luglio
Casentino: ripartenza a porte chiuse, la carica dei 107 accende la prima gara post ''lockdown''
Testo: Luca Piana

© Rally Emotion – E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
foto @IRC Cup
 
Avrebbe dovuto essere il secondo appuntamento di un "International Rally Cup" dal grande fascino, visto che all'inizio dell'anno sembrava che le adesioni alla serie "targata" Pirelli fossero piuttosto numerose. Ed invece la 40^ edizione del Rally Internazionale del Casentino non andrà solamente a inaugurare il campionato promosso dal team di lavoro guidato da Loriano Norcini, ma darà anche l'impulso a tutta la specialità, visto che è dal Rally del Messico dello scorso marzo che i motori sono spenti a causa dell'emergenza sanitaria in corso. Per questa "prima" post-Covid saranno al via 107 equipaggi, di cui 97 con vetture moderne e 10 con auto storiche. Un parterre de roi di grande pregio, con diversi "top driver" che si daranno battaglia per aggiudicarsi il successo finale nella giornata di sabato 4 luglio, quando si svolgeranno - rigorosamente a porte chiuse - le sette prove speciali in programma. Come anticipato, le attuali disposizioni di legge non consentono al pubblico di assistere al passaggio delle vetture direttamente sul campo di gara. In compenso la Scuderia Etruria si pone l'obiettivo di garantire un'ampia copertura online, nel segno di una "ripartenza in sicurezza, con un evento che non rinunci alla qualità è possibile".


"Chi vuole bene a questo sport deve restare a casa - commenta Loriano Norcini, presidente di Scuderia Etruria Sport - è stato fatto uno sforzo senza precedenti per organizzare questa manifestazione e abbiamo bisogno della collaborazione di tutti. Da parte delle istituzioni c'è stata grande apertura: oltre ai rappresentati di Prefettura e Questura e di tutte le forze dell'ordine al tavolo tecnico che abbiamo fatto per l'evento tutti hanno mostrato la stessa disponibilità, per questo dobbiamo ripagare la loro fiducia. Anche gli enti territoriali hanno capito l'importanza della ricaduta positiva sul Casentino a livello economico e ci hanno aiutato, il mio grazie va quindi all'Unione dei Comuni e a tutti i Sindaci dei Comuni coinvolti. Da parte nostra ci sarà il massimo impegno per vigilare sul rispetto delle regole. La Scuderia Etruria si avvarrà della collaborazione di una agenzia di Steward, i cui addetti controlleranno tutti gli accessi alle prove speciali, ma sarà fondamentale il buon senso delle persone". Stesso discorso per quanto riguarda la partenza e l'arrivo, il parco assistenza e i riordini, al fine di garantire la salute pubblica.


Una sola World Rally Car, la Ford Fiesta di Paolo Porro e Paolo Cargnelutti, andrà a contendere il successo alle 24 R5 iscritte alla gara toscana. Tra i favoriti spiccano alcuni aspiranti al Tricolore assoluto, da Andrea Crugnola (Citroen C3) a Marco Signor (Volkswagen Polo), fino agli "internazionali" Fabio Andolfi e Damiano De Tommaso (entrambi al via con una Skoda Fabia). E poi, ancora, gli "habitué" dell'IRCup, Felice Re (Volkswagen Polo R5) e Andrea Del Ponte (Skoda Fabia R5), e gli stranieri Hermann Gassner (Mitsubishi Evo X R4), Bostjan Avbelj (Skoda Fabia R5) e Mike Coppens (entrambi su Skoda Fabia R5). A questo link è disponibile l'elenco iscritti completo.


Shakedown al venerdì, tra le ore 14.30 e le 19.30, su un breve tratto di strada in località Lonanno, nell'aretino. Al sabato via alle ostilità, con una novità dell'ultim'ora relativa al percorso. Rispetto alle previsioni della vigilia, la prova speciale "Corezzo" è stata accorciata dai 20 chilometri e adesso misura circa la metà (9,50 chilometri). Per questo motivo la "piesse" verrà ripetuta tre volte (PS n.1, n.4, n.6) anziché due come tutte le altre e partirà dopo la celebre "inversione". I tratti cronometrati passano così da sei a sette lasciando quasi inalterato sia il chilometraggio totale che quello delle prove: 250 chilometri totali per 89 di tratti cronometrati. Si parte proprio con la "Corezzo" (ore 12.47, 16.52 e 19.33). A seguire ecco la "Rosina" (7.48 chilometri, start alle 13.26 e 17.31) e la "Crocina" (22.88 chilometri, via alle 14.05 e 20.27).


Il Rally del Casentino, per i tifosi, vivrà online. La Scuderia Etruria ha messo in campo uno sforzo digital senza precedenti per permettere alle decine di migliaia di persone che hanno sempre affollato le prove di seguire i passaggi dei loro beniamini: ci sarà la diretta Facebook di Rally Dreamer, la trasmissione in onda il venerdì su Sportitalia con Alice Brivio e Mirco Tognarini e, per chi non vuole perdersi neanche un "passaggio", ci saranno collegamenti da tutte le PS anche sulla pagina Facebook di Scuderia Etruria. E poi interviste, video e filmati con drone saranno pubblicati su tutti i social per far vivere le emozioni dell'evento a caldo.
PROMOTION