NEWS
CI-WRC / 6 settembre
San Martino di Castrozza: Pedersoli vince e riapre la corsa per il titolo
Testo: Luca Piana

Rally Emotion E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
RaceEmotion
 
Sono Luca Pedersoli e Anna Tomasi i vincitori della 40^ edizione del Rallye San Martino di Castrozza e Primiero, secondo appuntamento del Campionato Italiano WRC scattato all'inizio del mese scorso da Alba. Sui tortuosi asfalti del Trentino, l'equipaggio detentore del titolo ha ottenuto i primi punti stagionali, visto che in Piemonte il bresciano ha preso parte alla competizione riservata alle WRC Plus. Per colmare il gap con i rivali - che, invece, nelle Langhe hanno raccolto una manciata di punti -, il bresciano ha attaccato sin dalle prime prove speciali, a fronte di un chilometraggio "contingentato" (e successivamente ridotto a causa del'annullamento di un tratto cronometrato, per un totale di 70 chilometri di gara, ndr).


Nel 2019, proprio su queste strade, Pedersoli si aggiudic la serie. Quest'anno il portacolori del team Vieffecorse, tornato al volante della Citroen DS3 WRC, ha saputo confermarsi, anche se per il titolo mancano ancora due gare. Il lombardo ha dato il la alla rimonta riuscendo a tenere testa a Corrado Fontana e Nicola Arena (Hyundai i20 NG WRC), costretti al ritiro sul quarto tratto cronometrato, a causa dalla rottura dell'acceleratore, a Simone Miele (Citroen DS3 WRC), secondo assoluto al traguardo e vincitore del maggior numero di prove speciali (due) e di un Andrea Nucita (Hyundai i20 R5) che, in coppia con il fratello Giuseppe, ha saputo riscattarsi con un podio dopo i guai del debutto.


Quarta piazza per Andrea Carella che, insieme a Enrico Bracchi, riuscito a portare la Skoda Fabia R5 Evo ai piedi del podio, dopo l'amaro ritiro al Rally di Alba. Alle sue spalle, al termine di una gara tormentata da vari problemi di assetto, ha chiuso Luca Rossetti (Hyundai i20 R5), che nel cuneese era riuscito a lottare ai piani alti della classifica. A seguire il piemontese Alessandro Gino (Skoda Fabia R5), il veneto Walter Gentilini (Ford Fiesta RS WRC) e l'esperto driver di Schio, Efrem Bianco, al ritorno nel campionato con la Skoda Fabia R5. Oltre a Fontana, anche l'altro Corrado, Pinzano, stato costretto ad alzare bandiera bianca a causa di un problema al motore della sua Volkswagen Polo Gti. Fuori anche Paolo Porro (Ford Fiesta RS WRC), stoppato da una toccata.




Classifica Finale 40. Rallye San Martino di Castrozza


1. Pedersoli-Tomasi (Citroen Ds3 Wrc) in 42'43.6

2. Miele-Mometti (Citroen Ds3 Wrc) a 8.8

3. Nucita-Nucita (Hyundai I20 R5) a 8.9

4. Carella-Bracchi (Skoda Fabia R5 Evo) a 30.0

5. Rossetti-Fenoli (Hyundai I20 Ng) a 37.2

6. Gino-Michi (Skoda Fabia Rally2 Evo) a 1'14.8

7. Gentilini-Zanchetta (Ford Fiesta Wrc) 1'33.7

8. Bianco-Lamonato (Skoda Fabia R5) a 1'59.7

9. Benvenuti-Manfredi (Skoda Fabia R5) a 2'11.5

10. Andriolo-Menegon (Skoda Fabia R5 Evo) a 2'17.5
PROMOTION