NEWS
CI-WRC / 17 aprile
Rallye Elba: buona la prima per Pedersoli e Tomasi
Testo: Luca Piana

Rally Emotion E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
Aci Sport Italia
 
Buona la prima per Luca Pedersoli e Anna Tomasi, vincitori della 54 edizione del "Rallye Elba - Trofeo Gino Mini", primo appuntamento del Campionato Italiano WRC. Sugli asfalti della storica competizione toscana il bresciano (18,75 punti in classifica) - al via con una Citroen DS3 WRC - stato implacabile, come testimoniato dagli scratch ottenuti in tutti e cinque i tratti cronometrati disputati. Rispetto alle previsioni, infatti, la gara terminata anzitempo per motivi di sicurezza (con conseguente annullamento della sesta prova speciale, originariamente prevista alle ore 15.30). L'equipaggio lombardo, al primo successo in carriera nella classica isolana, ha preso il comando sin dalla prima tappa, affrontata tra il tardo pomeriggio e la serata di ieri, per poi allungare nella giornata di sabato.


Il Day-2, invece, si aperta con il ritiro di Corrado Fontana e Nicola Arena (Hyundai i20 WRC) sulla quarta prova speciale. Sulla "Due mari", infatti, i campioni in carica sono stati costretti al ritiro per una toccata proprio mentre stavano cercando di rimontare. E cos la piazza d'onore rimasta salda nelle mani di Luca Rossetti e Manuel Fenoli (Hyundai i20 R5), portacolori del team BRC Gas Equipment. Al termine degli 83,6 chilometri disputati, il friulano (15 punti) ha chiuso con 9.6 secondi di ritardo dai vincitori, con un problema ai freni che, nel finale, ha rallentato la corsa della vettura coreana. Con il secondo posto ottenuto alle spalle della WRC di Pedersoli, Rossetti ha guadagnato la vittoria nella gara della Coppa Rally di Zona ACI Sport, secondo round della 6^Zona.


Terzo gradino del podio per Andrea Carella ed Elia De Guio (Skoda Fabia R5 evo). Una prestazione solida per il piacentino (12,5 punti), che sin dal primo appuntamento, si candida al vertice della classifica. Nulla di fatto, invece, per Simone Miele e Roberto Mometti (Citroen DS3 WRC), vincitori all'Elba nel 2019, costretti al ritiro a causa di un problema alla centralina, andata in protezione dopo circa otto chilometri dall'inizio della prova inaugurale "Volterraio-Cavo". Fuori gioco anche Corrado Pinzano e Marco Zegna (noie meccaniche alla Skoda Fabia R5 e successiva toccata) e Ivan Ferrarotti e Fabio Grimaldi (Skoda Fabia R5). La top five stata completata da Giuseppe Testa (Skoda Fabia R5, con Giulia Zanchetta alle note), al rientro alle corse dopo un anno di assenza, e Andrea Volpi (Skoda Fabia R5, navigatore Michele Maffoni). A seguire troviamo Salvatore Riolo (Volkswagen Polo R5), Leopoldo Maestrini (Volkswagen Polo R5, con Fabrizia Pons alla destra), Alessandro Gino, ottavo, con Daniele Michi (Skoda Fabia R5), Rudy Andriolo, (Skoda Fabia R5, affiancato da Manuel Menegon) e Lorenzo Grani (Skoda Fabia R5, con Chiara Lombardi alle note). In classe R3C brindano Marco Oldani e Pietro D'Agostino (Renault Clio), in R2 buona la prima per Lorenzo e Cosimo Ancillotti (Peugeot 208 R2). Successo fra le Super1600 per Stefano Montauti e Carlo Adriani (Renault Clio), mentre Pietro Porro e Alberto Contini (Toyota Yaris N5) sono arrivati al traguardo in 34 posizione. Il 21 e 22 maggio prossimi in programma il 53 Rally del Salento (coefficiente 1,75), secondo appuntamento del Tricolore asfalto.


Classifica assoluta 54 Rallye Elba - Trofeo Gino Mini


1. Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3 WRC) in 54'30.4

2. Rossetti-Fenoli (Hyundai I20 R5) a 9.6

3. Carella-De Guio (Skoda Fabia Evo R5) a 33.6

4. Testa-Zanchetta (Skoda Fabia R5) a 1'11.8

5. Volpi-Maffoni (Skoda Fabia R5) a 1'33.6

6. Riolo-Floris (Wolkswagen Polo R5) a 1'34.5

7. Maestrini-Pons (Volkswagen Polo R5) a 1'45.1

8. Gino-Michi (Skoda Fabia Evo R5) a 1'54.8

9. Andriolo-Menegon (Skoda Fabia Evo R5) a 2'17.9

10. Grani-Lombardi (Skoda Fabia R5 Evo) a 2'21.2
PROMOTION