NEWS
WRC / 22 gennaio
Montecarlo, Day 3: Ogier torna al comando, ma Loeb non molla. Evans ko, sale Breen
Testo: Luca Piana

Rally Emotion E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale. / All rights reserved.
 
RaceEmotion
 
Sono stati i primi leader di questa 90 edizione del Rally di Montecarlo e, comprensibilmente, puntano ad esserlo anche al termine delle ultime quattro prove speciali (in programma domani, ndr). Dopo una giornata (quella del venerd) trascorsa un po' in sordina, Sebastien Ogier e Benjamin Veillas sono tornati al comando dell'appuntamento inaugurale del FIA World Rally Championship. La "guerra" delle tattiche e delle strategie, infatti, ha premiato i portacolori del team Toyota Gazoo Racing, mentre l'altro Sebastien, Loeb (con Isabelle Galmiche alle note), non riuscito a confermare quanto di buono fatto qualche ora prima.


Sin dalla prova inaugurale di oggi (la "Le Fugeret / Thorame-Haute"), peraltro, il campione del mondo in carica riuscito a rosicchiare qualche secondo al rivale. Al termine del decimo tratto cronometrato i due erano si erano addirittura ritrovati in testa alla classifica a pari merito, con lo stesso tempo. Da l in avanti Loeb non mai riuscito a fare la differenza su un Ogier in formato "pigliatutto", mentre Elfyn Evans ha parcheggiato la Toyota Yaris Rally1 numero 33 in un fossetto posto a bordo strada proprio nel momento in cui sembrava pronto a lottare per il successo finale.


Sui venti chilometri della "Saint-Geniez / Thoard 2", prova conclusiva della giornata, Ogier (e Rovanpera) si sono confermati imprendibili, mentre Loeb (Ford Puma Rally1) si dovuto accontentare di un quarto posto con oltre ventuno secondi di ritardo dal giovane finlandese (autore dello scratch). "Abbiamo provato (con le gomme soft) una giocata in stile poker nell'ultima speciale che non ci ha permesso di ottenere ci che volevamo volevamo - ha spiegato Loeb al termine della giornata -. Seb (Ogier) e Benjamin (Veillas) sono stati davvero veloci oggi ma non abbiamo detto la nostra ultima parola".


In Casa Ford M-Sport si guarda anche alla buona prova di Craig Breen, terzo assoluto (in seguito al ritiro di Evans) e di Gus Greensmith (che, nonostante la giornataccia di oggi, resta al sesto posto in classifica). Quarta piazza per Kalle Rovanpera, mentre Thierry Neuville (giunto al riordino notturno con la i20 N Rally1, nonostante una sospensione rotta) sta portando al traguardo l'unica Hyundai presente nella top ten. Takamoto Katsuta (Toyota Yaris Rally1, finito fuori strada) e Ott Tanak (Hyundai i20 Rally1, danni al paraurti anteriore) ripartiranno domani grazie al SuperRally. Con Oliver Solberg che naviga nelle retrovie, nella top ten hanno trovato posto anche i protagonisti del WRC-2, da Andreas Mikkelsen (Skoda) e Erik Cais (Ford), fino a Grgoire Munster (Hyundai) e Rossel (Citroen). Tra gli italiani bene soprattutto Matteo Gamba (Skoda), sedicesimo, e, due posizioni pi in gi, Mauro Miele (Skoda), leader del WRC-2 Master. Domani gran finale con le ultime quattro prove speciali.


Rally di Montecarlo - Day 3

1. Ogier/Veillas - Toyota GR Yaris Rally1 - in 2:19:43.1

2. Loeb/Galmiche - Ford Puma Rally1 - a 21.1

3. Breen/Nagle - Ford Puma Rally1 - a 1:26.0

4. Rovanper/Halttunen - Toyota GR Yaris Rally1 - a 2:03.8

5. Greensmith/Andersson - Ford Puma Rally1 - a 6:33.8

6. Neuville/Wydaeghe - Hyundai i20 N Rally1 - a 7:44.1

7. Mikkelsen/Eriksen - Skoda Fabia Rally2 - a 9:37.2

8. Cais/Těnsk - Ford Fiesta Rally2 - a 9:59.6

9. Munster/Louka - Hyundai i20 N Rally2 - a 10:44.1

10. Rossel/Boulloud - Citron C3 Rally2 - a 11:14.2
PROMOTION